mercoledì 11 dicembre 2013

Rosolio di cotogne, frutto autunnale dimenticato

Buongiorno,
vi ricordate qualche post fa QUI 
 
 vi lasciai con questa foto
dicendovi che avrei postato la mia prossima ricetta di rosolio proprio con questo bel frutto autunnale un pò dimenticato.
 
Mela Cotogna o semplicemente Cotogne
 
Da noi da questo ormai frutto dimenticato otteniamo un nettare che sicuramente anche i palati più sopraffini in fatto di liquori potranno apprezzare e gustare.


Rosolio di Cotogne



Ingriedenti:

mela-cotogna     - Alcool            ml. 550
                       - Succo di Cotogne  ml. 850
                       - Zucchero          gr. 600
                       - Mele cotogne      q.b.

Primo procedimento:


Lavare le mele cotogne. Asciugarle bene e grattuggiare la polpa. In un panno di tela bianca premere la polpa, finchè non esce tutto il succo. Mescolare il succo all'alcool e lo zucchero e lasciarlo riposare per quaranta giorni. Filtrare accuratamente. Imbottigliare.

Secondo procedimento:

Ricavare il succo di cotogne come al primo procedimento. Cuocere il succo per quindici minuti a fuoco lento. Aggiungere lo zucchero al succo caldo e scioglierlo completamente. Far raffreddare e aggiungere l'alcool. Lasciare riposare per due o tre giorni. Filtrare e imbottigliare.

Il rosolio di cotogne ha una G.A. di 30°, un tenore zuccherino del 33% e un valore energetico di 315 Kcal. per 100 ml. di bevanda.
Questo rosolio ha una fragranza penetrante e gradevole, con un aroma forte, di gusto particolarmente astringente, ricco di tannino e di acido malico. E' un ottimo calmante per la tosse e le bronchiti. L'invecciamento di almeno sei mesi, migliora notevolmente sia il bouquet intenso e riccissimo che il sapore mordido e da un colore ambrato delizioso, intensamente aromatico con garbato fondo di fruttato di straordinaria persistenza.

Grazie!!!!!!!,
e con questo colore sarà il prossimo tema della mia prossima recensione



 

2 commenti:

  1. Grazie per queste info, di sicuro conoscendomi opterò per il secondo procedimento, il primo è troppo lungo, corro il rischio di farlo riposare per più di 40 gg

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo una ricetta di liquore con le cotogne: io ho un albero e produco marmellata, cotognata e dolci vari. Purtroppo dovrò aspettare il prossimo anno per prepararlo!

    RispondiElimina

Firma

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...